Nasce morto, risarciti i genitori
Un caso di Malasanità.... 12 novembre 2013 367.946,77 euro oltre agli interessi “compensativi” del 3 per cento annui dal 26 settembre 2005 alla data della sentenza di primo grado, esattamente 7 anni
Continua a leggere

Danno Morale
Martedì 9 giugno 2015 è stata depositata la pronunzia n. 11851/2015 della Corte di Cassazione, Sezione III Civile (estensore il Consigliere Travaglino).
Continua a leggere

Errore del Medico convenzionato, è responsabile l'ASL.
La Corte di Cassazione - sentenza del 27 marzo 2015, n. 6243 - con un'interpretazione innovativa che si basa su un'attenta lettura della normativa istitutiva del Servizio Sanitario Nazionale, afferma la responsabilità dell'ASL ex art. 1218 c.c. per l'errore compiuto dal medico con essa convenzionato.
Continua a leggere

Errore diagnosi neonato, malasanità parto: omessa diagnosi di malformazione fetale.
Il tema della responsabilità medica è stato largamente dibattuto in dottrina e giurisprudenza ed oggetto di un rilevante lavoro interpretativo che ha interessato le varie fonti legislative regolanti la materia.
Continua a leggere

I numeri della Malasanità.
I numeri della malasanità: in 26 casi operazioni sbagliate„ I numeri della malasanità: in 26 casi operazioni sbagliate„Tra il 2005 e il 2012 per 159 volte è stato dimenticato materiale operatorio all'interno del paziente. In 26 casi invece le operazioni chirurgiche sono state eseguite su parti del corpo errate. I dati del ministero sulla malasanità.
Continua a leggere

Infortuni sul lavoro e onere della prova.
Corte di Cassazione civile, sezione lavoro, sentenza n. 1918 del 3 Febbraio 2015. Ai sensi dell’art. 2087 cod. civ. grava sul datore di lavoro,
Continua a leggere

Figlio nato morto - Responsabilità medica
Figlio nato morto e responsabilità medica  - La U.S.L. risponde (ex art. 1228 c.c.) per il fatto imputabile alle proprie strutture e ai propri dipendenti. Gli effetti della responsabilità gravante sulla USL per il fatto dei propri dipendenti si estendono ad ogni profilo di danno patrimoniale e non patrimoniale che sia conseguenza immediata e diretta dell'evento di danno causato dall'operato dei sanitari.
Continua a leggere

Infarto causato dal troppo lavoro.
L’infarto del dipendente può essere causato dall’eccesiva mole di lavoro: in questo caso si tratta di infortunio sul lavoro indennizzabile dall’INAIL.
Continua a leggere

Cartella Clinica aggiornata ad intermittenza.
Cartella Clinica ad intermittenza Integra il reato di falso in atto pubblico l'annotazione «ora per allora» apposta sulla cartella clinica del paziente, essendo del tutto irrilevante la veridicità del contenuto della modifica.
Continua a leggere

Cartella Clinica incompleta.
Cartella Clinica Incompleta In caso di azione risarcitoria per responsabilità medica la difficoltà o impossibilità di ricostruire la condotta medica per mancata o incompleta redazione della cartella clinica non può andare a detrimento del
Continua a leggere


I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta